Archivio

Archivio Novembre 2011

AHHH…VOGLIO ESSERE COME IL BELGIO!!!

19 Novembre 2011 Commenti chiusi

…silenziosamente rientrerò nel mondo dei miei “BLOG”, un posto più piacevole, in cui c’è meno chiasso, meno gente che strilla, dove mi trovo più a mio agio e ora che sono nuovamente qui cari blogger vi racconterò questa. Dopo aver completato il cablaggio CAT5 alla frigogenova (NDR) verso le 4 saluto tutti e me ne vado. Arrivato alla stazione vedo che il primo treno utile sarà alle 17 e 30.In fronte alla stazione di Bolzaneto c’è un bar “MAFFISSIMO” (ho un debole per i bar “MAFFISSIMI”), quindi entro.IL SECOLO XIX è già occupato, mannaggia, ma LA STAMPA è libera, prendo la mia CERES e sprofondo nella lettura. In prima c’è un incipt di Massimo Gramellini (GRANDISSIMO), che continua a pagina 16, naturalmente volo a pagina 16, trovo un bell’articolone di due pagine, do una bella GOLATA alla CERES e…”OK, MAX a noi due!” L’articolo parla del lungo addio di B.e simpaticamente io lo avrei intitolato “I MIEI PRIMI 40 ANNI, 20 DEI QUALI CON BERLUSCONI TRA I COGLIONI!!!” Quasi alla fine trovo un passaggio che ho riletto più volte perchè ogni volta “mi veniva in mente una cosa diversa”: “Durante un trasloco uno degli operai a un certo punto mi chiede”, racconta Gramellini. “A dotto’, lei pensa che il presidente venderà le sue TV?” “Me lo auguro, così assomiglieremo a un paese normale!” “Ahh io spero di no, sennò diventerà più povero e inizierà a rubare come gli altri” “Mi è venuta una tristezza infinita, a chi mi chiederà com’è l’italiano medio d’ora in avanti risponderò che l’italiano medio è un B. ma più povero!” Una goccia è caduta sulla pagina, credevo fosse una mia lacrima perchè anche a me è venuta una tristezza infinita ma era solo CERES. Quindi tra le tante che mi sono venute in mente, ricordo alcuni anni fa che gente che conosco anche bene, amici più o meno, non gli si poteva rivolgere commento su B. senza cadere in un ginepraio di stronzate tipo: “Ah l’Italia aveva bisogno di uno come lui, uno che ce l’ha fatta, uno che non ruberà perchè tanto ne ha, uno che piace a tutti, pieno di donne, di fascino etc etc”.e ora questi ne dicono peste e corna, ah quanta pazienza, la gente pensa che stare a destra faccia fico perchè è l’intraprendenza, la rettitudine, donne, potere etc. per PAR CONDICIO l’essere di sinistra fa da sempre fico perchè e la patria degli intellettuali, artisti etc etc.IO NON MI SCHIERO, LA MIA BANDIERA é UN’ALTRA DA SEMPRE e oramai che non c’è più destra e sinistra, la soluzione è un’altra…. Alla prima volta che verrà fuori il discorso sento già la frase madre, che recita più o meno così: “Solo i cretini non cambiano idea!”, già, ma secondo me è anche vero che: “Solo i cretini non la imbroccano mai alla prima!!!”.

“LA NOIA”

6 Novembre 2011 Commenti chiusi

“Floyd lo scorrere del tempo lo contava a mezz’ore, ma abbondanti, era un tempo sufficiente per godersi qualcosa di divertente, ma non abbastanza perché le cose cambiassero colore, con il rischio di trasformarsi, materializzarsi in uno degli otto peccati capitali, La NOIA”.

È UN ASTRATTO!!!

Poche righe più avanti dice: “Floyd aveva una visione dell’orizzonte della vita secondo alcuni del tutto piatta, invece potremmo dire molto astratta, come se ogni colore dovesse essere sempre presente, sempre, non so se capite, ma d’altronde in tanti non hanno capito Floyd”.

“La NOIA” è l’ottavo peccato capitale , per lui è così, lui la pensa così e nessuno potrà mai farci nulla.

 Come tutti ben sanno (?), i peccati capitali sono sette e “La NOIA” in un certo qualmodo è già uno di questi.

DANTE nella commedia  parla di ACCIDIA, gli accidiosi, cioè coloro che vivono nell’inerzia, nella perenne condizione di indifferenza all’azione, ma l’accidia è l’azione di non compiere azioni, cioè è un attivo, mentre “La NOIA” è un passivo, cioè ti capita addosso e non te ne scrolli più.

 DANTE nei primi passi della commedia appena varcate le porte dell’INFERNO, quando VIRGILIO gli rivolge la celebre frase “NON TI CURAR DI LORO MA GUARDA E PASSA…” Si riferisce ai PUSILLANIMI, che si trovano tra le porte dell’INFERNO e l’ACHERONTE, il primo dei 3 fiumi infernali, costretti eternamente a correre dietro una BANDIERA, punti da vespe e mosconi, grondanti SANGUE e LAGRIME raccolte da schifosi vermi appena toccata terra. I PUSILLANIMI sono la FECCIA degli ACCIDIOSI, coloro che non si schierarono mai con nessuno, (infatti la loro pena è correre in eterno dietro una bandiera), i VILI, coloro che nulla lasciarono nel loro passaggio terreno, nell’oltremondo DIO non li degna nè della sua misericordia e neppure della sua giustizia, relegandoli ai margini dell’INFERNO.

 I “NOIOSI”, potremmo definirli per cui “La NOIA” è per Floyd…..e anche per me l’OTTAVO PECCATO CAPITALE. ….ma d’altronde in tanti non hanno capito Floyd ..see you!!!