Archivio

Post Taggati ‘quot’

"…lo sapevo che finiva così!!!"

19 Aprile 2007 Commenti chiusi


Eccoci qua, in quattro, l’abbiamo fatta, beh, questa è la foto ricordo, Enfry, Carlone, Davide e moi!
Week end di pasqua, zingarata sul PO, il grande fiume.
Si parte verso Cremona, ci aspetta Fabio, ci metterà lui in acqua.
Il gommone è pronto, motore da 25 cavalli, saremo delle schegge impazzite.
Ci si vede alle otto al “Porto belforte”, c’è sempre chi è in ritardo, io sono fra quelli, anche Carlone che avrà un risveglio alla trainspotting dirà lui.
Enfry non ci aspetta più, è partito ma lo fermiamo in tempo, prima di prendere l’autostrada.
Bene, ci siamo, prendiamo l’ autostrada.
Fabio è simpaticissimo, ci regala anche un salame gagliardo, l’acqua e una boccia di vino.
Si parte.
Da Cremona si risalirà il PO fino a Pavia, dove ci aspetta il Nando, amico di vecchia data, dei bei tempi.
Ha trasformato la sua tenuta in un agriturismo, gagliardo, nel bel mezzo della campagna pavese….il sogno, un silenzio…
Il PO è bellissimo, larghissimo, ci perdiamo in questo parallelo livello….silenzio.
Ok, grandiosi, la zingarata inizia, è tutto sospeso sull’acqua, mi sento in me.
Dopo un’oretta ci si ferma all’attracco di Regona per festeggiare un po’.
Si prosegue e più avanti ci fermiamo su una spiaggia a distillare il tempo.
Ripartiamo e sentiamo un bruttissimo rumore, Carlo dà molla al motore.
Boh!
“Abbiamo preso un sasso” dice Enfry.
Proseguiamo ma ci accorgiamo di aver rotto l’elica.
NAUFRAGIO!
Si, naufraghiaaamo su una spiaggia.
IO faccio un giro oltre l’argine per vedere che c’è.
“Siamo nel bel mezzo del nulla!” dico quando torno sulla spiaggia ma non mi caga nessuno, la masima preoccupazione è non bruciarsi con l’insolazione….
“Lo sapevo che sarebbe finita così, naufraghi nel bel mezzo del nulla…….

Categorie:On the road Tag: , , ,

Capitolo 8 " Un ampolla di vetro "

25 Marzo 2007 Commenti chiusi


?E quello chi è??
?Non ne ho idea? rispose Sichè.
Floyd guardò Sichè, fermò l?erre 4 e scesero.
?I solito parcheggi alla speriamo che cada in acqua? disse Sichè.
?Salut, je suis Pascal, il vostro vicino?
?Il nostro vicino?? dissero in coro.
?Cosa abbiamo combinato?? chiese Sichè a Floyd.
?Da non credersi? esclamò Floyd.
?Salve vicino io sono Sichè?
?Floyd?
Pascal diede la mano cordialmente prima a Siche e poi a Floyd.
?Molto piacere disse?
Pascal si sistemò il copricapo e riprese.
?Vi piace la Camargue?? chiese.
Sichè guardò il canale.
Floyd fece invece una panoramica sulla vigna.
?Si!? risposero.
?Ho visto che avete vendemmiato, bravi, io ho qualche filare oltre il canale, mi faccio un po? di vino per me e quello in più vado al mercato a Beziere a venderlo?
Pascal si voltò verso la vigna, anche loro si voltarono.
?A chi l?avete portata l?uva??
?L?uva l?ho portata ad un certo Messianè, dopo Arles, verso Tarascon? rispose Floyd.
?E quanto vi ha dato ??
?Circa deux-cents euro?
?Mon dieu, un po? poco!?
Sichè si voltò verso Floyd con un espressione come dire, soddisfatta.
?Conviene farselo si guadagna di più sulla vendita?
?Eh, d?accordo ma non abbiamo l?attrezzatura, e sinceramente non sappiamo neppure come si fa?
?D?accord?
Pascal, si mise una mano in tasca e ne estrasse una piccola ampolla di vetro.
?Vedete questa?
I due annuirono.
?Questa è la magia della camargue?
Sichè si grattò la testa mentre Floyd guardava distrattamente Pascal che indicò la vigna.
?Bisogna dissodare prima tutto il terreno, pulirlo dalle erbacce, poi si passa ad ogni vite e si versa un bicchierino del liquido dell?ampolla, si lascia così riposare durante l?inverno fino a primavera quando escono i primi germogli?.
Lo guardavano come ipnotizzati.
?Hei, avete capito ??
Floyd diede una gomitata a Sichè.
?Si, abbiamo capito? disse Sichè.
Floyd annuì.
Pascal si avviò verso la vigna.
Fece qualche giro fra i filari, poi tornò verso di loro.
?Come supponevo, è parecchio che questa vigna vive di vita propria?
Floyd lo guardò.
?Di vita propria ?? esclamò.
?Si, di vita propria, nessuno l?ha più curata?
Pascal si incamminò nuovamente verso la vigna.
Floyd e Sichè si guardarono a bocca aperta.
?Ma che diavolo sta facendo!? esclamò Sichè.
Pascal saltellava tra i filari.
?La danza dell?ampolla? disse Floyd.
Poi Pascal tornò verso di loro.
?Quindi quando spunteranno le prime gemme bisognerà ripetere l?operazione dell?ampolla, no?!?
esclamò esausto Pascal.
?Come no? disse Sichè.
?Volete quindi una vigna rigogliosa il prossimo anno??
?Si la vogliamo?
?Che sia carica d?uva? precisò Sichè.
?Bien allora domattina sveglia presto e tutti a preparare la vigna, d?accord ??
?D?accord!?
?Ok, io proporrei un po? de vin?
?Mercì bien!? disse Pascal.
Sul tavolo all?ombra del salice c?era una bottiglia.
Sichè versò.
?Hei pascal?
?Che c?è?
?Ah ah ah?
Floyd scoppiò a ridere a vedere la buffa faccia che fece Pascal.
?In due mesi che si è qui, non ci si è mai incontrati? gli disse Sichè.
? In questo posto le cose scorrono più lentamente? disse Pascal.
?Forse ci siamo incrociati sul canale?
?Forse?
Disse Sichè
?L?altro giorno mentre tornavo dalla pesca passeggiando arrivai alla vigna?
Pascal li guardò.
?E la vigna non aveva più l?uva avete vendemmiato al momento giusto, bravi!?
Allora ho pensato che era il momento della magia.
Sono tornato a casa.
L?ampolla di vetro era pronta ma la si doveva rabboccare.
Anche la mia vigna era pronta, come la vostra!?
Pascal si chinò e prese un sasso.
Lo gettò verso il canneto.
Un gigantesco airone guardabuoi si alzò in volo.
?Visto, le cose scorrono lentamente e tutto è più rilassato, lento?
in silenzio Pascal finì il suo bicchiere.
?Posso??
Chiese.
Sichè gli versò un altro bicchiere.
?Quindi, presi l?ampolla, e mi diressi alla radura.
Segreta radura?
?Chiaro!?.
Disse Floyd.
Sichè mugolò finendo il suo vino.
?Riempita l?ampolla sono tornato e ho fatto la magia alla mia vigna?
Pascal guardò la vigna in silenzio.
?L?ampolla è sempre piena, vedete??
Pascal sgranò gli occhi verso l?ampolla.
?Vedi?? chiese a Sichè.
?Già? disse Sichè e versò il vino anche a Floyd?
?Già? esclamò Floyd.
?Tutto scorre più lentamente? concluse Pascal.
A questo punto il vecchio si alzò.
Salutò sventolando il cappello.
?Bien, allor d?accord, a domani?
?Ok? disse Floyd.
?A domani?
?D?accord? ripeté Pascal scomparendo nel canneto.

"Ampolla?"….no, no, sbagli…."SBAGLIO!!!"

16 Marzo 2007 Commenti chiusi


Grazia, Amore, Pace, e Pietà
Chi è negli affanni prega,
E ad esse virtù che liberano
Torna l?animo grato.

Grazia, Amore, Pace, e Pietà
E? Iddio, Padre caro,
Grazia, Amore, Pace e Pietà
E? l?uomo, Suo figliolo e Suo pensiero.

La Grazia ha cuore umano;
Volto umano, Pietà;
Umana forma divina, l?Amore,
E veste umana, Pace.

Ogni uomo, d?ogni clima,
Se prega negli affanni,
L?umana supplica forma divina,
Amore e Grazia e la Pietà e la Pace.

Da tutti amata sia l?umana forma,
In Turchi si mostri o in Ebrei;
Dove trovi Pietà, l?Amore e Grazia,
Iddio sta di casa.

WILLIAM BLAKE

…ma vi ricordate di "millennium bug" I

8 Ottobre 2005 Commenti chiusi


Mancano ormai pochi giorni alla fatidica data.
Finalmente la qualità della vita avrà un mostruoso miglioramento:alla mezzanotte del 31 dicembre il ’99 sarà inesorabilmente sostituito dallo ’00 e tutto si fermerà.
Chi l’avrebbe mai detto, anche Nostradamus nelle sue ormai poco credibili profezie a base di immani cataclismi, avrebbe potuto oensare che un giorno, due piccoli numeri “00″ avrebbero fatto piombare il mondo nella barbarie.
La civiltà spazzata via dalla più insignificante coppia di numeri.
Milioni di “informaticodipendenti” costretti a imparare a scrivere con carta e penna, magari stilografica e disegnare con matite e pennarelli.
Finalmente tutti dovranno tirare fuori dagli armadi i vecchi strumenti della nonna, utilizzati fino ad oggi solo dalle grandi industrie(a detta loro)per produrre immaginabili dolci e biscotti “di una volta”.
IL millennium bug azzererà tutti i valori e tutti i nuovi parametri di valutazione…??? ( “la fredda mano del terrore” BAH!!!).
Non assisteremo più a dialoghi di questo tipo:
“Nel mio (computer si spera!)ce l’ho (il microprocessore si spera!)da 600 mega hertz;il tuo (sempre microprocessore si spera!)è da 599, devi cambiarlo, è di vecchia generazione”.
Ma di quale generazione parlano i figli del microchip?????
C’era un tempo in cui tra una generazione e l’altra passavano trent’anni, il figlio seguiva al padre che seguiva al nonno etc.
“Buggy”, consentitemi di chiamarlo così confidenzialmente e con affetto (consentitemi ah ah, mi consenta ah ah!!) porterà a una ristabilizzazione di queste generazioni, ridotte ormai a poche settimane di vita.
Scompariranno, fortunatamente, tutti gli ignavi impiegati addetti al pubblico che dietro al loro sicuro sportello elargiscono sentenze del tipo:
“Se lo dice il computer è vero!”;
“Mi dispiace al computer non risulta”;
“Non sono in rete non le posso fare l’estratto”, infinocchiando migliaia di anziane e sprovvedute signore.
Scompariranno le software house sostituite finalmente da librerie pornoshop.
Ma la cosa più spaventosa per milioni di fedeli, sarà la totale disgregazione della Rete.
Non più @, \, e-mail, siti, blog e quant’altro ( “ti stai schierando?…” )necessario al viaggio virtuale, milioni di orfani disperati che dovranno tornare alla carta da lettere e busta con leccata di francobollo!
In tutta questa tragedia il previdente stato italiano potrebbe mantenere in vigore (lo era fino a pochi anni fa) un Regio decreto risalente alla prima guerra mondiale che ingiungeva di consegnare presso gli uffici di polizia e carabbinieri tutti i piccioni morti in quanto possibili latori di messaggi.
Ecco la soluzione!
La rete sarà sostituita da piccioni, per buona pace degli animalisti non più e-mail ma “bird mail” per un mondo più sporco ma più naturale.
Ma cosa faremo di tutti i computer, modem, stampanti, plotter e tutte le altre diavolerie informatiche ormai inutilizzabili?
Non c’è problema, salterà fuori un contributo alla rottamazione concesso dal governo a favore dell’acquisto di abachi,pallottolieri, regoli calcolatori, macchine da scrivere, calciobalilla e ping-pong…ed ecco come per incanto ristabilito l’equilibrio.

Per concludere vorrei introdurre un interessante tema di dibattito:

“MA MILLENNIUM BUG…DI CHE SESSO E’?”

…buon cips a tutti!!!

Riferimenti: currrrriosissimissimamente!!!!!!!!!!!!

…ma vi ricordate di "millennium bug" II

8 Ottobre 2005 Commenti chiusi


Sono stato zitto sinora per non fare la figura dell’imbecille, ma adesso lo confesso:il “baco” mi ha colpito costringendomi ad un faticoso lavoro di ricostruzione files…
E’ stato un inizio sgradevole del millennio.
Punizione per il mio scetticismo?Forse.
Gli esperti chiamati a consulto tardivamente l’hanno buttata sulla psicanalisi!!!
Mi dicono in poche parole, che non avrei un “rapporto corretto” con il mio computer, perchè altrimenti sarei corso immediatamente ai ripari.
Protesto che non è vero.
AL contrario, ho sopravvalutato la mia macchina, trattandola antropomorficamente.
Ero convinto infatti che il mio vecchio computer, non si sarebbe neppure accorto del cambio di data che, oltretutto nel mio lavoro è un dettaglio trascurabile.
Quindi saggiamente non avrebbe partecipato all’impazzimento collettivo di inizio millennio.
Ha tirato fuori l’improbabile data del 4 gennaio 1980 (la sua data di nascita?) e ha smesso di eseguire i comandi.L’inserimento tardivo della data giusta non ha fatto altro che peggiorare la situazione.
Adesso per favore gli esperti non ridano di me!
Qui non parliamo della logica matematica che guida la macchina.
Qui si parla del mio presunto “cattivo rapporto con lei”.
Gli esperti mi devono spiegare perchè sarebbe stato un buon rapporto con il mio computer quello di imbrogliarlo in anticipo, manipolando la data come molti avevano consigliato.
Ma perchè allora non ha funzionato l’auto inganno della macchina con la fantomatica data del 4 gennaio 1980?
Bene, ora tutto é risolto.
Tra il computer e il sottoscritto si sono ristabiliti rapporti cordiali, ma non posso negare che è rimasta una piccola incrinatura di sospetto, e aggiungo inoltre che a parer mio, con il senno di poi, forse c’è qualcuno che ci vuole inculcare la paura di un invisibile mano del terrore dietro ad ogni angolo vorrei dirla più grossa ma me la tengo per il futuro!!!

ciao.

Riferimenti: currrrriosissimissimamente!!!!!!!!!!!!

perchè sono antiproibizionista : "…

13 Agosto 2005 Commenti chiusi


…modena 2 luglio 2005.
Fabio, 43 anni, padre di due bambini, è stato trovato morto in un albergo della città.
Overdose di eroina.
Fabio era stato ospite di una comunità fino a pochi giorni prima, ma da tempo aveva comunicato la sua difficoltà a continuare.
Già in occasione di una precedente ricaduta, aveva chiesto di passare ad un programma con copertura farmacologica, ma ciò non rientrava fra le opzioni terapeutiche di quella comunità….quindi per favore fuori!
Se c’è una cosa che mi ha sempre fatto incazzare sono i morti per overdose da eroina,non dovrebbero nemmeno esistere, e che sono praticamente tutti sulla coscienza dei proibizionisti.
Ci vorrebbe un libro bianco che mettesse insieme i mille e mille casi di overdose e li sbattesse in faccia ai politici!!!
Non conta niente se i casi di overdose siano diminuiti, ogni singola morte è il fallimento continuo di un metodo sbagliato!!!
Certe persone hanno bisogno di oppiacei esattamente come i diabetici hanno bisogno di insulina, ma solo i fanatici di un’ideologia astratta e avulsa da ogni osservazione della realtà,sostengono che ogni e qualsiasi uso e ogni e qualsiasi “droga” (escluse ovviamente quelle che usano loro) sia vizio, crimine, malattia o intollerabile debolezza.
Certo a vedere come va il mondo, questo mondo che noi – Uomini con la maiuscola, che ci pavoneggiamo di essere a immagine di Dio….- siamo riusciti a creare alla fine del secolo dei piu “grandi progressi della storia!?!?!???” c’è poco da meravigliarsi,già… anche di queste cose!..”

Riferimenti: currrrriosissimissimamente!!!!!!!!!!!!